Chora Naxos

Chora di Naxos

Chora di Naxos

Naxos  Chora si estende lungo la costa ovest dell’isola, e si estende fino alla imponente castello veneziano che domina dalla cima della collina. Sul lungomare, c’è la celebre “Portara”, ciò che resta del tempio di Apollo che si dice sia stato costruita nel 6° secolo.

I reperti archeologici ritrovati a Chora indicano che la città fu molto prospera durante l’antichità.

All’interno, tra strette viuzze tranquille, le graziose casette mantengono molti elementi tipici dell’architettura tradizionale delle Cicladi.

A causa della crescita turistica degli ultimi anni, ci sono anche molti altri edifici, soprattutto taverne, caffè e bar dove si affollano i visitatori ogni sera.

Naxos ha molte chiese degne di nota: la cattedrale cattolica, Agia Kiriaki, Theoskepasti Panagia, e la cattedrale ortodossa dove si può vedere un vangelo di valore, che si dice sia stato donato da Caterina la Grande. All’interno del Castello, c’è la vecchia scuola commerciale dei Gesuiti che ospita il Museo Archeologico di Chora. Si dovrebbe anche visitare il convento di Agios Ioannis di Chrisostomos risalente al 17° secolo, 3 km ad est di Naxos, che presenta all’interno notevoli icone.

Chora

Chora